Navigazione veloce

Circolare n. 280 – Direttive del Dirigente Scolastico per la didattica a distanza

Direttive del Dirigente Scolastico per la didattica a distanza

image_pdfimage_print

stemma stato italiano

 

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO E TECNOLOGICO STATALE“G.MAGGIOLINI”

Via Spagliardi, 19 – 20015 PARABIAGO (MI)

Tel. +39 0331 552001 – Fax +39 0331 490444

e-mail: maggiolini@itetmaggiolini.edu.it – web: www.itetmaggiolini.edu.it

Cod. Fisc. 84003910159 – Cod. Meccanogr. : MITD57000B

Pec: MITD57000B@pec.istruzione.it

 

Circ. N. 280  del  09/03/2020

 

AI DOCENTI

                                                                                                           AGLI STUDENTI

AI GENITORI

 

Oggetto: Direttive del Dirigente Scolastico per la didattica a distanza

 

  • VISTO il DPCM 8 marzo che all’art. 1 comma h stabilisce che sono sospese le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado fino al 3 aprile 2020 e all’art.2 comma m prevede che “i Dirigenti Scolastici attivano, per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole, modalità di didattica a distanza avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità”
  • VISTO l’esito del Collegio Docenti on line: tutti i docenti si sono dichiarati favorevoli alla DIDATTICA A DISTANZA, esclusi UNDICI docenti che non hanno risposto.
  • CONSIDERATO che la scuola non è solo il luogo in cui si trasmette la conoscenza e dove si testa il sapere dell’allievo, ma anche il posto dove ci sono risorse umane capaci di elaborare strategie per superare gli ostacoli della vita
  • RITENUTO che la didattica a distanzanon sia l’unica soluzione a questa emergenza ma che la didattica a distanza dovrebbe invece essere vista come un’opportunità che verrà colta, a vari livelli, da TUTTI I DOCENTI

Il Dirigente Scolastico ritiene opportuno fornire ulteriori indicazioni pratiche, in particolare sull’impiego di alcune tra le tante applicazioni che meglio possano integrarsi sia con le metodologie già utilizzate dai docenti sia con il livello di padronanza del digitale posseduto da ciascuno e che possono ovviamente variare da classe a classe, da studente a studente, ponendo particolare attenzione alle specifiche esigenze degli alunni BES: DVA e DSA in particolare.  Esistono infatti diversi modi e diversi strumenti per interagire con gli studenti anche fuori dalla classe che si possono suddividere in tre livelli.   I materiali che seguono sono stati infatti organizzati secondo 3 livelli di complessità crescente per dare a tutti i docenti la possibilità di trovare le modalità di interazione che più sentono vicine alle loro competenze digitali e alle loro metodologie didattico-educative:

LIVELLO 1: utilizzo del registro elettronico per l’assegnazione di compiti

Il docente può scegliere questo strumento già in uso nell’Istituto: il registro elettronico.

Nella sezione “materiale didattico” del Registro Elettronico è prevista anche la possibilità di caricare video o altri file (schede, testi ecc).

I compiti, gli esercizi e/o le diverse attività svolte saranno inviate dagli studenti via mail all’indirizzo di posta elettronica indicato dal docente quando carica i materiali sul registro.

VANTAGGIO: studenti e famiglie possiedono già le credenziali di accesso al registro.

LIVELLO 2: utilizzo di applicazioni di condivisione

Per condividere testi, link, immagini, video, giochi didattici, mappe e documenti di vario genere, un po’ come su una LIM, è possibile usare applicazioni web-based, che non richiedono alcuna installazione e sono accessibili da qualsiasi dispositivo dotato di connessione ad internet.

Un ottimo esempio di facile utilizzo è Padlet.

I docenti possono invitare a collaborare i colleghi, inserire materiali anche multimediali, già presenti sul web o prodotti da loro stessi, e condividerli con gli studenti, che avranno la possibilità di inserire i loro commenti (con possibilità di approvazione preventiva da parte del docente).

PADLET (https://sites.google.com/view/la-classe-online/app-per-prof/padlet-e-non-solo)

VANTAGGI: consente un accesso immediato ai materiali online senza necessità di creare account per gli studenti, è collaborativo, consente di attivare una comunicazione non unidirezionale. Si può utilizzare da qualsiasi dispositivo.

SVANTAGGI: è possibile creare gratuitamente solo 3 bacheche online.

SKYPE : per videolezioni

 

LIVELLO 3: creazione di classi virtuali attraverso applicazioni dedicate

Si può scegliere di attivare un account gratuito di applicazioni dedicate alla creazione di classi virtuali. Nelle classi virtuali sarà possibile assegnare compiti e verificarne l’esecuzione; condividere una chat in ambiente protetto con gli alunni; caricare video, assegnare verifiche e scadenze.

Come esempi possiamo citare:

EDMODO

https://www.youtube.com/watch?v=zGZy5IC5W_c

https://www.youtube.com/watch?v=A1P7pOtX2vM

FIDENIA

https://www.fidenia.com/come-funziona/

WESCHOOL

https://www.youtube.com/watch?v=-_-TC0Jef1Y

VANTAGGI: docente ed alunni possono entrare in contatto in un ambiente di condivisione nel quale gli alunni potranno interagire tra di loro e con il docente/docenti della loro classe

SVANTAGGI: eventuali difficoltà relative al livello di competenza posseduto da ciascun docente nell’utilizzo della rete. Necessità di autorizzazione all’uso da parte dei genitori nel caso non si abbia già.

Utilizzo di piattaforme di condivisione a livello di Istituto: Office365

Il nostro istituto ha già attiva questa piattaforma che contiene al suo interno diverse applicazioni destinate all’uso didattico e consentono un’organizzazione strutturata dei contenuti: classi virtuali (Teams, Whiteboards, Streams ); archiviazione e condivisione di documenti (Onedrive,…) verifiche e sondaggi on line (Forms,…)

Non è disponibile al momento la piattaforma Gsuite per problematiche tecnico-amministrative.

I docenti che intendono utilizzare la piattaforma Office 365 devono inviare una mail di richiesta al seguente indirizzo di posta elettronica:

attivazione_account@itetmaggiolini.edu.it

Esistono anche molti tutorial online.

https://support.office.com/it-IT/office-training-center?WT.mc_id=365AdminCSH

I docenti che non abbiano familiarità con l’uso di queste piattaforme devono formarsi sull’utilizzo. E’ necessario creare account per docenti e studenti ed avere l’autorizzazione da parte dei genitori nel caso non si abbia già. Prevede l’adozione di un regolamento per l’utilizzo.

I suggerimenti soprariportati non sono vincolanti e, ovviamente, i docenti che stanno già utilizzando altre applicazioni, piattaforme ecc. possono tranquillamente continuare ad usarle, riportando sempre sul registro elettronico quanto effettuato.

Di seguito si indicano alcuni link in cui i docenti possono approfondire la conoscenza dei diversi ambienti:

Google: https://teachercenter.withgoogle.com/certification_level1,https://teachercenter.withgoogle.com/certification_level2

Moodle: https://elearning.unipd.it/dlm/course/view.php?id=3

Apple: https://www.apple.com/it/education/apple-teacher/

Microsoft: https://education.microsoft.com/it-it

Si evidenzia che tutte le attività di didattica a distanza svolte da ogni docente devono avere evidenza nel Registro Elettronico e devono quindi essere registrate accedendo da “CONSULTAZIONE” nel Registro stesso.

Come già precisato, ogni docente sceglierà quale tipologia di didattica a distanza utilizzare per le proprie classi e/o per gruppi di studenti e/o per singoli studenti, tenendo in particolare presente le esigenze degli alunni con disabilità. E’ evidente che, in un momento di emergenza, quale quello che stiamo vivendo, è fondamentale che TUTTI I DOCENTI provvedano a fornire ai propri studenti adeguato supporto didattico e materiali di studio, affinché non si interrompa il rapporto educativo con i nostri ragazzi che non devono perdere gli essenziali ritmi di apprendimento, in attesa che questo difficile periodo si concluda e si possano riprendere  le regolari lezioni in presenza, con tutti gli elementi del “rapporto umano” che caratterizza tutte  le attività di insegnamento /apprendimento che si attuano nelle nostre scuole.

Tutti gli studenti sono tenuti a svolgere compiti, esercizi, lavori e/o altre attività assegnate da ciascun docente, nonché ad eseguire le relative prove e verifiche a distanza.

Il coordinatore di classe coordinerà i lavori dei docenti del proprio consiglio di classe affinché non si verifichino sovrapposizioni negli orari di erogazione delle attività on line (video lezioni ecc.). Ovviamente le attività di didattica a distanza on line non devono superare settimanalmente il monte ore previsto curricularmente per ogni singola disciplina.

Per quanto attiene alla valutazione di compiti, esercizi, lavori prodotti dagli studenti, il Dirigente Scolastico, oltre a ricordare che tali valutazioni devono essere effettuate secondo i criteri e le modalità già deliberati dagli O.O.C.C. competenti, EVIDENZIA che le verifiche a distanza superano le modalità tradizionali.  Ciascun docente dovrà quindi fare un ragionamento ponderato sul “peso” del voto, peso che dipenderà dalle tipologie delle attività assegnate, ovvero dal grado di attendibilità delle prove stesse, che dipenderà dall’aiuto che lo studente può avere nello svolgimento a distanza delle verifiche assegnate. Questi primi nuovi tentativi vanno comunque premiati perché, nella drammaticità della situazione, la scuola ha una grande occasione di crescita.

Buon lavoro a tutti, cari.

Io sono a disposizione per qualsivoglia esigenza o semplicemente per una chiacchierata orientativa sul da farsi.

Grazie a tutti, docenti, studenti e famiglie, per l’impegno e la serietà con cui affronteremo TUTTI questa sfida che, sono certa, supereremo nel migliore dei modi.

 

 

 

Il dirigente scolastico

Daniela Lazzati





Login